venerdì 24 aprile 2009

Primi sintomi della mia rinascita

Pubblicato da Micha Soul a venerdì, aprile 24, 2009

 

Libert%C3%A0

 

Molto probabilmente sto impazzendo.


In pochi mesi sto cambiando il modo di vedere le cose, ciò che mi circonda. Sto cambiando il mio carattere e la mia attitudine alla vita.


Se prima (molto prima) la mia tendenza caratteriale era quella di criticare tutto ciò che era eccessivamente diverso da me, ora mi sto appropriando di una tolleranza sempre più illimitata.
Nei confronti delle persone, delle scelte, e anche dei gusti musicali.
Io vivo di soul ed il mio look fa pensare ad una ventenne degli anni settanta.
Ma oggi conosco gente punk, ragazzi e ragazze bucati da tremila piercing e tatuati in ogni centimetro del corpo, ascoltano musica death-metal o house, sembrano usciti da un film di Dario Argento, ma per me rimangono persone degne di un gran rispetto.

E questo mio cambiamento avvenuto gradualmente con gli anni e con le esperienze, sta facendo di me una donna nuova, sp ecie in ambito sentimentale.

 

Prima di tutto, non sento più quell'impellente bisogno naturale di rompere le palle a mio marito con l'ausilio di critiche e sguardi fulminei a lui rivolti nei confronti della sua guida, delle sue occhiaie, del suo disordine, del suo stare davanti al pc mentre io preparo la cena, sparecchio, faccio la lavatrice, stendo i panni, faccio il letto, passo l'aspirapolvere......

 

Semplicemente ho capito che siamo individui liberi, liberi di fare tutto

ciò che vogliamo. Nel rispetto degli altri, questo sempre e comunque.
E quindi quelle critiche sputate dalla mia bocca e scaturite da un malessere interiore e da un'insoddisfazione personale, non sono scomparse, ma sono diventate cordiali domande, mirate a ricevere il rispetto che, in quanto a essere umano, merito di ottenere.

 

E così, in macchina, mentre lui non bada alla distanza di sicurezza, io non uso quel tono di voce acido e fastidioso per dirgli "stai più lontano dalla macchina davanti!!!", ma semplicemente con tono ironico e pacato gli sussurro "tesoro, mancano 10 chilometri e sono arrivata in ufficio, potresti resistere per pochi minuti lontano dalla macchina che hai davanti? dopo puoi fare quello che vuoi, anche andarle addosso, davvero! solo che IO ho un po' paura....ce la fai?". E lui si lascia incantare dai miei occhioni dolci e in men che non si dica decelera e lascia che lo spazio fra noi e il poverello davanti sia di esattamente 40 metri precisi precisi.

 

E se ha voglia di stare in piedi fino a tardi e fumarsi un pacchetto di sigarette al giorno, perché dovrei criticarlo? finché fuma sul terrazzo e non mi sveglia infilandosi nel letto, che diritto ho io di imporgli orari e di negargli il piacere di sfumacchiare per rilassarsi?


La sua salute? appunto, è la SUA salute. Non sono mica sua madre. Certo, se un giorno dovesse ammalarsi e morire prematuramente, io ne soffrirei tremendamente ma perché pensare al peggio? e poi, meglio un marito longevo e infelice o un marito felice per tutti i giorni della sua vita?

 

E quando lui non stacca i suoi occhi dal pc mentre io sono indaffarata ad occuparmi delle attività domestiche perché guardarlo male, fare l'offesa, metter su il muso e scoppiare dopo venti minuti ricoprendolo di insulti?
Se ho davvero (e sottolineo DAVVERO) bisogno di una mano, gliela chiedo. semplicemente. "Amore, mi aiuti a piegare i panni", "Amorino, mi giri il sugo?" "tesoro, vieni un attimo su che facciamo il letto in due secondi?". E lui magicamente lascia il pc e mi raggiunge, mentre pieghiamo le lenzuola fa il cretinetto con qualche battuta sulla flanella usata in primavera, sulla sua maglia XL diventata una M scarsa e così via.
Ci divertiamo, ridiamo, ci baciamo e spesse volte finisce che invece di fare il letto, facciamo qualcos'altro, ed una volta finito lui riprende il suo laptop e continua a scrivere i suoi testi, a prendere contatti per il suo demo ed io sono felice, perché ho trovato il modo di convivere con l'uomo che amo, senza privarlo della sua libertà da individuo. E la libertà degli altri è la nostra libertà.

 

Molto probabilmente sto impazzendo, ma il mio matrimonio è il mio ossigeno e mi regala uno stato di benessere e di pace interiore mai avuta prima d’ora.

 

Adesso, posso pensare alla fasi successive.

8 commenti on "Primi sintomi della mia rinascita"

Massimo on 26 aprile 2009 11:23 ha detto...

Non sopporto quelli che in auto ti stanno "a culo" diciamo noi da queste parti.... mi fa piacere che stai bene, davvero piacere, ma per favore di al tuo caro marito di mantenere "sempre" le distanze di sicurezza, anche perchè.. dove cavolo pensano di andare ?? di arrivare prima se stanno 10 metri in avanti ?????
Con molto rispetto... ti saluto e ti seguo sempre volentieri..ciao ciao !

The Soul Plugger on 26 aprile 2009 18:55 ha detto...

eheh Massimo....chissà che forse leggendolo da parte di un altro uomo non segua finalmente il consiglio?? penso sia genetico comunque...suo padre idem!!! :S

Massimo on 30 aprile 2009 19:10 ha detto...

Ciao The soul plugger,
il tuo post era bellissimo...
spero di contribuire alla causa della tua sicurezza in auto !
Saluti

♥ wαℓє ♥ on 5 maggio 2009 01:17 ha detto...

E' incredibile pensare che nel genere umano le persone possano vivere delle sensazioni comuni, possano sentire di non essere le sole a provare certe emozioni..Ho trovato il tuo blog per caso, ed in questo post ho trovato tracce della stessa rinascita che in un certo senso sto vivendo anche io..tanti auguri! wale

The Soul Plugger on 6 maggio 2009 11:15 ha detto...

wale che bello..innanzi tutto benvenuta e adesso non mi resta che venire a leggerti... ;)
buona giornata!!

AndreA on 10 maggio 2009 19:12 ha detto...

Prima di leggere il post ero :-|
dopo averlo letto :-))

Davvero bello!

Miele on 21 maggio 2009 15:56 ha detto...

è bellissimo quello che hai scritto. mi ha fatto riflettere molto anche su come sono fatto io ..i cambiamenti se in positivo sono meravigliosi. io amo cambiare e amo la lunaticità. odio le persone silenziose e banali.
ps. adesso leggendo la parola amore ..posso solo dire l'ho conosciuta anche io finalmente.

un bacio forte forte s.

Anonimo ha detto...

dovrei imparare da te...ma a volte proprio non ci riesco...e parto con una sceneggiata del tipo "basta torna da tua madre!!!!!!!" poi figurati vivo da sola da quando ho 18 anni quindi non riesco a trattenermi dal fargli notare che è abituato troppo bene...allora aiutooooooo...poi ci guardiamo e capiamo che vivere senza l'altro è impossibile e ci ridiamo sopra...pero'le sue trasferte mi aiutano a ritrovarmi un po' nel mio spirito...a volte da eremita ;) denise

Related Posts with Thumbnails
 

Love Plugs Copyright © 2009 Girl Music is Designed by Ipietoon Sponsored by Emocutez