lunedì 14 settembre 2009

Se non ci fosse lei

Pubblicato da Micha Soul a lunedì, settembre 14, 2009


Con lei ho un rapporto di amore-odio. Ne parlo spesso male, ma allo stesso tempo mi è difficile rimanerne senza. Posso fare a meno di lei in periodi di uscite frequenti, di mille impegni che non mi consentono di aver voglia della sua compagnia, specie durante la stagione estiva, quando le giornate son più lunghe, quando ceniamo all'aperto mentre degustiamo le ultime luci del sole in un tramonto inimitabile....
Vi sono lati di lei che mi attirano e mi fanno sentire priva di cervello, priva di stimoli, priva di una vita reale. Quel suo rubarti il tempo e l'atrofizzare le tue sinapsi. E' capace di essere morfina ed eccitante allo stesso tempo. Di regalarti un'infinità di emozioni, senza viverle davvero.
Riesce a divertirti, ad angosciarti, a speventarti, a farti riflettere, ma tutto ciò avviene in maniera statica. Come in un sogno ad occhi aperti, come fossimo attaccati ad una flebo di immagini che una volta entrate in circolo, ti allontanano dalla tua realtà in un'esperienza extra-corporea.

Eppure troppo spesso i miei pensieri si ribellano alla sua assuefazione e mi convincono che la sua presenza non può che essere nociva. Una seconda me mi guarda mentre sono seduta davanti a questa realtà sciolta in cristalli liquidi e mi mostra un orologio dalle lancette pesanti e sanguinarie. Il tempo che scorre, una vita passata a farmi ipnotizzare.

Così, ci sono giorni in cui penso a come sarebbe la mia vita senza di lei. A quanti sapori riscoprirei cenando con un sottofondo di jazz, alla consapevolezza della mia mandibola mentre mastico e godo di un momento unico e sacro.
A quanti sguardi ci scambieremmo io e la mia dolce metà, a quanti discorsi, dai più seri ai più frivoli, affronteremmo fra un deglutimento e l'altro.
Se lei non ci fosse, impiegheremmo più tempo a consumare il pasto serale, che non a prepararlo.

I benefici di una vita senza televisione sarebbero visibili soprattutto a livello fisico. Non avrebbe infatti senso sprofondare sul divano di casa davanti ad un plasma spento. Potrebbe essere usato per altre ragioni, che richiedano una certa attività fisica ed in men che non si dica verremmo abbandonati da culi piatti, pancette rilassate e palpebre appesantite.

A questo punto della mia riflessione, mi vedo in difficoltà nel cercare le varie alternative ad una serata invernale tipo. L'inverno, non vi nascondo, è caratterizzato da serate pigre ed annoiate, cui routine non lascia spazio a grandi idee entusiasmanti grazie alle quali la serata possa farsi frizzante e divertente. Le uniche alternative che finora hanno rimpiazzato il binomio tv-divano, sono state quelle che mi hanno vista protagonista di prove, registrazioni e tutto ciò che riguarda la mia amata musica. Ma diciamoci la verità, con l’inverno anche questa passione sembra essere intorpidita.
E quindi? Come la mettiamo? Facciamo sì che LEI prenda possesso della mia vita e, insieme a suo cugino PC, annienti le poche ore a mia disposizione dopo il lavoro, rendendomi apatica ed incapace d’intendere e di volere?
Assolutamente no. Quest’anno amici miei, la spunterà la sottoscritta.
La prima regola da seguire sarà quella di “non accendere quella scatola” come prima cosa appena entrati in casa. Piuttosto, se abbiamo bisogno di un sottofondo che animi la stanza(in attesa che ad animarla siano dei pargoletti frignoni), pigiamo il tasto play dello stereo e allettiamo il senso dell’udito con il nostro sound preferito. Diamoci qualche minuto per controlalre la posta sul PC con la promessa di spegnerlo una volta finito l’utilizzo utile, così da evitare le chiacchiere inutili con i vari amici virtuali di messenger.
A quel punto siamo noi, il nostro compagno/la nostra compagna, della buona musica c, e ben 5 ore davanti.

E’ consigliabile fare una qualsiasi attività fisica almeno due volte a settimana, nel mio caso sarà Yoga, e NON in DVD né tramite la console WII, ma proprio con tanto di corso in palestra, istruttrice certificata e tappetino di spugna.

Una volta terminata la nostra attività fisica, torneremo a casa, ci faremo una bella doccia, e nasconderemo il telecomando in un posto scomodo cosicché non avremo né la voglia né la forza di andarlo a recuperare una volta finita la cena. Prepareremo la cena a quattro mani, ci siederemo a tavola e chiacchiereremo, tenendo a lungo il boccone contro il palato per riscoprirne il gusto e masticando senza fretta. Un bicchierino di vino rosso e una candela sul tavolo.

Il rischio a questo punto della serata è quello di addormentarsi sul piatto. Tutto dipende dalla conversazione dominante in questo momento di relax. Parlare di soldi potrebbe aumentare i succhi gastici, parlare di politica, rischierebbe di far prendere il sopravvento al diavolo ctentatore e vi convincerà ad andare a scovare il telecomando per una bella botta di svago. Quando gli argomenti mistici saranno finiti e avrete affrontato il discorso di Dio e degli alieni che ci guardano dentro a questa sfera, studiando i nostri comportamenti (puntualmente guardo in alto e tiro fuori il dito medio), rimarrete con la candela mezza bruciata, i piatti vuoti sul tavolo, le briciole sulla tovagla, le pentole da infilare nella lavastoviglie e il vostro corpo che si rifiuta di animarsi, così come i vostri occhi si rifiutano di mandare al cervello l’impulso giusto per “mettere tutto a posto”.
Eppure, senza TV accesa, sarà meno difficile di quanto si possa pensare. E lo farete più rapidamente perché non vi ritroverete imbambolate con la pentola in mano fisse a guardare la scena di lui e lei che si baciano, con i vostri occhi socchiusi e le vostre labbra stupidamente palpitanti.
In men che crediate, la vostra cucina sarà linda e davanti a voi avrete ancora 2 ore a vostra disposizione.

A questo punto sempre il piccolo diavoletto che abita il vostro lobo temporale destro dirà “un bel DVD di quelli che non guardi da un pó?” "sai che bello rivedere Harry ti presento Sally abbracciata a lui (che tanto si addormenterà dopo venti minuti)?”.
No. Vi siete promessi solo 2 giorni su 7 per questo tipo di svago, e questa sera dovrete trovare qualcos’altro.

Le parole chiave tra cui pescare la vostra scelta sono: sesso, lettura, scrittura, disegno, gioco di società, passeggiata, comunicazione fra voi due, telefonata ad un’amica che non si ha mai tempo di chiamare, sistemazione degli armadi, pulizia del terrazzino, stiratura dei capi che giaciono nel cesto da due mesi e mezzo (ormai da rilavare), ceretta, manicure, pedicure, spinzettamento di sopraciglia ecc ecc…

Bene, queste sono solo attività ricreative che mi vengono in mente sul momento, e mentre le scrivo mi immagino nel farle.

Sesso, bhè, quello diciamoci la verità, senza TV riscopriremmo sì il desiderio inestinguibile per il nostro compagno di vita, uno o più orgasmi a sera ci renderebbe persone migliori, meno incazzate con il mondo, più giovani e in forma. Ma ci vuole davvero tanta fantasia per mettersi lì dopo cena, ancora incriccati dallo yoga e semi-ubriachi dalla luce della candela e dal vino color sangue, ad inventarsi nuove posizioni e nuovi giochini…via, non facciamo i super eroi e ammettiamo che dopo un po’, diventerebbe una bella rottura di palle anche quello.

Lettura, oddio, sono le 22.00 e sono a pezzi, se mi metto a leggere in queste condizioni non arrivo nemmeno al secondo paragrafo. La scrittura necessita ispirazione. E nell’accendere il pc per scrivere (vista aimé la mia incapacità di scrivere a mano senza sentire il dolore da poco allenamento riversarsi sul mio povero sottile polso) sarebbe impossibile non soccombere alla tentazione di cliccare due volte sull’icona raffigurante una E color blu oceano che sembra volerti chiamare e dire “ESPLORAAAMIIII”!!!

Rimangono il disegno (era una battuta, la mia capacità di disegnare è pari a quella di essere coerente con me stessa) e varie attività noiose e mirate esclusivamento all’abbellimento della casa, del mio armadio e della mia persona. Andrebbe bene come attività da fare quando il marito esce, a quel punto tanto vale accendere la TV per avere un po’ di compagnia, ma con il marito in casa, sconsiglio vivamente di optare per queste scelte, inclusa la telefonata all'amica che non sentite da un mese.
Non resta che il gioco di società, che fatto in due a me fa un pó ridere, meglio il sesso a questo punto…quindi rimandiamolo al capitolo “le sere in cui vengono gli amici a casa, ovvero 5 giorni su 365”) .

Ultima scelta, la passeggiata.
Hai appena finito di ordinare la cucina, ti fiondi in camera, ti vesti, ti trucchi il minimo indispensabile, guardi tuo marito e gli consigli di cambiare maglia, prendi borsa, chiavi e via…in macchina. Tu e lui, ancora un’ora e mezza prima dell’ora X che ti vede con la bavetta sul cuscino mentre ronfi di gusto…sai che diventeranno 2, anzi 3 se consideri che dovrai struccarti appena tornata a casa. Meglio non pensare alle conseguenze di sole 6 ore di sonno. Non ci pensare o scendi dalla macchina e in dieci minuti sei già davanti alla TV.

Vi guardate tu e lui, lui al volante ti dice “dove vuoi andare amore”. Tu non ne hai la minima idea. Piove e fa freddo e sogni il pled. Un locale? Mmhmh…da soli? Sembra una scena già vissuta poche ore fa…e almeno non c’era il brusio delle voci di sottofondo che alla lunga ti infastidiscono perché non riesci a capire niente. Tra l’altro non hai voglia di bere. Teatro? Troppo tardi. Nightclub? Troppo presto. Passeggiata sotto i portici mezzi ubriachi a far scherzi alla gente e suonare ai campanelli? Ok, scusate, per un attimo pensavo di essere in un film.
“Amore…io un’idea ce l’avrei…è vicino, possiamo anche mangiare qualche schifezza visto che forse l’insalatina di carote julienne non ti ha saziato…”
“dimmi!”

“e se andassimo al cinema?”

........................................


4 commenti on "Se non ci fosse lei"

Massimo on 14 settembre 2009 18:55 ha detto...

Potresti essere mia moglie !
Non sarai mica lei vero ??
Bellissimo il tuo racconto di vita vissuta...
Solo un commento sulla TV.. è una maledetta che ci ruba il tempo, come hai scritto già tu.
Si potrebbero fare un sacco di altre cose + interessanti... e ce ne sono.
Ciao e buona serata...senza TV..
Ti consiglio.... perchè non vai al cinema ???

Micha Soul on 16 settembre 2009 13:31 ha detto...

oddio...tu non è che sei mio marito??? :D
scherzi a parte, ti prego dimmi quali sono le altre cose più interessanti...!!!!

Massimo on 17 settembre 2009 19:56 ha detto...

Un sacco di cose ... è che siamo schiavi delle nostre abitudini. E' che ci lasciamo cadere sul divano guardando a volte il nulla...
e poi ci malediciamo pensando... ma che cazzo ho guardato....quanto tempo prezioso sprecato male.
Ciao Micha ...

Micha Soul on 20 settembre 2009 19:19 ha detto...

mmhmhm...non hai comunque risposto! vedi che è aimé difficile rimpiazzarla?

Related Posts with Thumbnails
 

Love Plugs Copyright © 2009 Girl Music is Designed by Ipietoon Sponsored by Emocutez