lunedì 23 febbraio 2009

Killing me softly

Pubblicato da Micha Soul a lunedì, febbraio 23, 2009

4eac303eb523b84b7fbf74609db68e69

 

 

Invecchiare. Chi non teme questo naturale evento della specie umana?

Io ne ho una paura fottuta. E’ vero che, come ripetuto troppe volte, dentro mi sento ancora una fanciulla sedicenne, ma la corteccia esterna che avvolge questa creatura, dice ben altro. Le prime rughe, il corpo meno tonico, i capelli più spenti. Ora vi direte…seeee, ma hai solo 31 anni! Ebbene 31 anni o no, ho dovuto prendere coscienza del fatto che ORA è giunto il momento di prendermi cura di me. Basta junk food, basta dolciumi vari e snack pomeridiani, basta con la vita sedentaria e con la pigrizia da divano - letto, letto - divano.

 

E io che pensavo di cavarmela con le attività fisiche domestiche, con qualche giro di roller intorno al palazzo (ieri ho fatto 15 minuti e pensavo di aver fatto un’ora dal fiatone che avevo!). Io che pensavo che bastasse essere serene dentro per apparire belle fuori! Eh no! Infatti, se è vero che il DNA la dice lunga sull’invecchiamento di una donna, è anche vero che mia madre mi ha trasmesso sì la capacità di dimagrire ed ingrassare alla velocità della luce, ma mi ha anche tramandato aimè la sfiga di una pelle lentigginosa, sensibile, secca e più esposta all’invecchiamento cutaneo.

 

Ho cercato negli anni vari rimedi in creme, cremine e pasticche multi-vitaminiche e anti-radicali liberi per frenare il processo già visibile a 20 anni delle rughette intorno agli occhi, dei solchetti intorno alla bocca diventati ormai vere e proprie crepe. Ma nulla da fare. La natura continua a fare il suo corso.

 

Ho smesso di tingermi i capelli e di sottoporli a continui trattamenti di decolorazione e ri-colorazione, ho smesso di piastrali, ho preso la decisione di lasciarli crescere naturali, avendo la fortuna di provenire da una stirpe esente dai capelli bianchi prematuri (si pensi che mia madre ha quasi 60 anni e non ne ha uno solo). Eppure, li tocco e sono secchi, meno elastici. E mentre realizzo, mi prende l’ansia. L’ansia di invecchiare troppo in fretta.. Come se la giovinezza del mio animo fosse inversamente proporzionata a quella del mio corpo.

 

Allora mi dico che forse è un segno, che forse è tempo di crescere dentro per ringiovanire fuori, cosicché prima o poi le due realtà di sovrapporranno annullandosi e rendendomi splendida splendente.

E quindi vai con l’ennesima lista dei buoni propositi, che spero di rispettare almeno per i prossimi…mmmm…12 anni? No scusate, smetto di mentire a me stessa. Diciamo.. 12 mesi? Mmm…se mi conosco bene diciamo 6….

 

Insomma, intanto stilo la lista e poi vediamo se mi sembrerà convincente:

 

1) far sparire dal mio vocabolario e dalla mia vita il concetto di :

- merendine della macchinetta sotto il mio ufficio: addio twix, mars, addio mio caro Galac bianco, addio mie care patatine fonzies

- brioche alla crema del bar sotto casa il quale a causa di questa mia nuova vita da donna “sana”, andrà in fallimento!

 

- pane che accompagna la pasta, pane che accompagna la carne, pane pane e sempre pane.

 

- malattia da divano (prometto di toccare il sofficissimo e ampissimo divano di casa col mio popò solo dopo le 22.00.)

 

- malattia da pc (prometto di dedicare al pc una sessione serale massima di 20 minuti)

 

- McDonalds e burger king (e ora cosa faccio con il loro abbonamento speciale per clienti speciali alias consumatori assidui e habitué del locale?)

 

2) introdurre nel mio vocabolario e quindi nella mia vita il concetto di:

- frutta (e non solo le banane): sarà dura iniziare a 31 anni e riprendere quello che lasciai in sospeso durante la mia adolescenza. Iniziare ad amare tutta la frutta ed in particolare le mele (a 16 anni per mangiare uno spicchio ci impiegavo 20 minuti, mentre gli altri 3 si rinsecchivano piano piano e finivano nel piatto di mia madre che pur di non buttar via niente, li mangiava così, praticamente marroni).

- verdura (e possibilmente non solo l’insalata “già pronta da condire”): ho già dato un’occhiata sul web e devo dire che ci sono verdure di cui non conoscevo nemmeno l’aspetto….

 

- acqua: ebbene sì, devo forzarmi di bere questi dannatissimi 2 litri al giorno. Non so come, visto che una bottiglia da due litri dura sulla mia scrivania una settimana e che a casa bevo solo durante la cena. Su questo punto chiedo il vostro aiuto….esiste un metodo per riuscire a mandar giù due litri senza fare quella smorfia da “oddio non ce la faccio più, non riesco a mandarla giù”?? MI hanno parlato di tisane…poi ho sentito la parola finocchio, carciofo ecc ecc , allora penso che prima dovrò riuscire a mettere in pratica il punto sulla verdura, e poi questo sulla tisana alla verdura, a meno che bevendo 2 litri di tisana al finocchio io non unisca i due punti di cui sopra! Qualcuno/a può delucidarmi a tale proposito?

 

- sport: Bene. A noi due, caro DVD di Claudia Schiffer. Sei rimasto impolverato per così tanto tempo che mi chiedo se il lettore riuscirà ancora a leggerti o se mi ci vorrà la pazienza di scaricare i codec del 2005! Adesso io e te ci costringeremo ad incontrarci almeno una volta a settimana su in camera mia, e tu cara Claudia, dovrai dare il tuo meglio per dissuadermi dal fare una piccola pausa stendendomi sul letto. Certo Claudia, potrei spostare questo incontro nel soggiorno ma sarei troppo vicina alle merendine…hai ragione! Le merendine saranno rimpiazzate dalla frutta.

 

Come vuoi tu Claudia, basta che tu mi faccia dono del tuo girovita.

- sport bis: Poiché una lezione di aerobica a settimana, anche se a far da personal trainer ho al mio fianco la biondissima top-model, non sembra poter tonificare tutto ciò che c’è da tonificare, chiedo aiuto ai pattini. Pregandoli di non farmi prendere mai, nemmeno una mezza volta, una sola musata per terra. In cambio di questa promessa, io li farò roteare per almeno mezz’ora tre volte a settimana.

 

Ecco, non so come, quando e dove troverò il tempo e il coraggio di rispettare questi buoni propositi, considerando che ho atre attività da portare avanti, considerando che ho un marito che non sarebbe particolarmente contento di cenare con verdure alla griglia ogni sera e che non penso mi troverebbe molto interessante se mi baccasse in tutina a saltare come una scema davanti ad un plasma nel quale Claudia Schiffer, per niente sudata e con un gran sorriso, vi fa sentire tremendamente vecchia.

 

Ora ci rifletto bene, intanto cerco un modo per ridurre l’acquolina che mi si sta formando in bocca da quando la mia collega ha tirato fuori dal cesto il suo pasto e me l’ha messo sotto il naso chiedendomi, ne vuoi un po’?

kebabREX_468x304

 

 

3) aggiungo un ultimo punto: uccidere la mia collega.

___________________________

8 commenti on "Killing me softly"

Amore_immaginato on 23 febbraio 2009 14:29 ha detto...

Non so.
Sarà che me ne sono sempre fregata, che ho continuato a trattarmi male mangiando ogni porcata mi venisse a tiro, che i capelli bianchi si confondono con i colpi di sole.
Sarà che quando ho compiuto 40 anni ero felice perchè l'ho festeggiati come una rinascita.
Sarà che ogni cosa ha un suo tempo e c'è un tempo per ogni cosa.
Sarà che adoro la naturalezza delle proporzioni del tempo, e che le rughe mi danno l'idea della saggezza.
Sarà per tutto questo e forse altro ma io non ho nessuna paura d'invecchiare...

Amore_immaginato on 23 febbraio 2009 14:38 ha detto...

p.s. grazie per l'imput!
I post che mi lanciano in queste riflessioni mi lasciano sempre un ottimo sapore in bocca!

The Soul Plugger on 23 febbraio 2009 15:16 ha detto...

bhè nsomma parli te che da quel poco che ho visto non hai tanta ragione di preoccuparti dell'invecchiamento. Sei quella che ha fatto il patto col diavolo giusto? :D

Amore_immaginato on 23 febbraio 2009 15:22 ha detto...

Caspita ma lo sanno tutti che gli ho venduto l'anima???
In realtà l'ho fatto per il successo.
Mi ha fatta firmare e poi s'è girato e mi ha detto "merla, non lo sai che non bisogna fidarsi di nessuno e men che mai del diavolo?"
E mi ha lasciato tutte le incombenze, come se non gli avessi mai fatto dono di nulla...
Sono anni che costruisco il coperchio adatto alla sua pentola...un giorno riuscirò a fregarlo!!!

The Soul Plugger on 23 febbraio 2009 16:33 ha detto...

devo averlo letto da qualche parte....sul tuo blogggg! o era fra le righe e io ho la supervista? comunque pensavo...ma quanto fa piacere per una donna ricevere complimenti da una donna?? e perché contano più di quelli degli uomini? mah..quesito delle 16.30 di un grigio lunedì...

Lindalov on 23 febbraio 2009 21:18 ha detto...

ho paura anch'io, e di brutto. faccio gli stessi pensieri e non siamo sole. fai bene a cambiare qualcosa ma non partire in quarta. togli qualche punto della lista... :-D e se vuoi, mandami una mail che ti do il nome di una cosina che tira e ringiovanisce la pelle........................ xxx, LL

Unforgiven82 on 23 febbraio 2009 21:35 ha detto...

"...il nome di una cosina che tira e ringiovanisce la pelle..."
Il sesso? :P
Anyway...è giusto volersi prendere un pò "cura di sè", ma non stare lì troppo a preoccuparti. Ok sei una donna ed io un uomo quindi magari non capisco.
Però so che, quando guardi una donna, un sorriso di una persona felice, che sta bene con se stessa, te ne fa sbattere della rughetta in più o in meno o del capello più "vivo".
Sembra una cazzata, ma io dico (e mi dico) sempre sta' cosa:

"Oh grande spirito, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza di capirne la differenza"

The Soul Plugger on 24 febbraio 2009 10:14 ha detto...

Forse ho scritto questo post come premonizione a quello che sarebbe accaduto: ieri sera alle 23.30 è andata in onda su allmusic una nostra intervista. Sono sempre stata videogenica, nei video mi piaccio assai, nelle interviste solitamente anche. Ebbene ieri ho visto un mostro. Uso la parola mostro perché dentro di noi ci vediamo sempre in modo diverso e con un occhio molto più critico. I miei due chili in puiù rispetto a un anno fa (premetto che un anno fa ero scheletrica) mi fanno sembrare molto piu in carne di quanto lo sia. Si sa la TV ingrassa. la luce del giorno non aiutava…ma per la prima violta mi sono davvero resa conto che devo cambiare qualcosa per tornare a piacermi.

Related Posts with Thumbnails
 

Love Plugs Copyright © 2009 Girl Music is Designed by Ipietoon Sponsored by Emocutez